Vivere

Casa Lutero

Lo Studentato si trova in un complesso edilizio che ospita la Chiesa Evangelica Luterana in Italia (ELKI/ CELI) e anche il Centro Melantone. L’Istituto Storico Tedesco (DHI) si trova anche nell’ampio terreno verde con fontana e giardino di agrumi. Accanto c’è la scuola tedesca, dove si può talvolta lavorare e, su richiesta, partecipare a numerose attività sportive (calcio, pallavolo, badminton, yoga, nuoto). Accanto c’è il più grande parco di Roma, Villa Doria Pamphili, che è frequentato principalmente dalla gente del posto e offre molto spazio e sentieri per camminare, fare jogging e prendere il sole. Lo Studentato si trova all’inizio di un quartiere piuttosto piccolo che è relativamente poco sviluppato dai turisti e ha un sacco di negozi e ristoranti da mostrare.

Le camere stesse hanno tre diverse dimensioni. Ogni camera ha il suo bagno con doccia, una scrivania con sedia, una cassettiera, lampada da comodino, lampada da scrivania, armadio e un letto per ospiti estraibile. Le lenzuola e gli asciugamani sono disponibili nella lavanderia, dove c’è una lavatrice, un’asciugatrice e uno spazio per asciugare i vestiti (i gettoni per il lavaggio, compreso il detersivo, possono essere acquistati presso il decanato CELI). C’è anche un sistema di aria condizionata (per rinfrescare in estate e riscaldare in inverno) e un sistema di riscaldamento nel bagno. La cucina è condivisa con un totale di 10 residenti, che, oltre ai Melantonini, sono sempre un po’ diversi e internazionali. Al momento, oltre a noi, ci sono studenti FSJ della Scuola Tedesca, due stagisti, un dottorando e uno studente valdese con sua moglie che vivono nel corridoio. La sala conferenze può essere usata come sala TV la sera e su accordo – c’è anche un divano e un PC con stampante per le stampe necessarie.

L’alloggio è un po’ più lontano, ma è ben collegato con i trasporti pubblici: In tre minuti si può raggiungere una fermata dell’autobus per il centro (Vaticano, Paola, Piazza Venezia) o la stazione metropolitana Cornelia (Linea A). Si può raggiungere la stazione metropolitana in 15 minuti a piedi, o in 8 minuti se ci sono altri autobus. Gli autobus circolano anche di notte. In 10-15 minuti si è a tutte le possibilità di shopping. In pratica, le camere per gli ospiti e gli appartamenti con cucina propria o angolo cottura sono disponibili direttamente nella casa dopo aver concordato tempestivamente con la signora Damm, se il letto estraibile nella propria camera non dovesse essere sufficiente.

 

Convitto

Il Convitto si distingue per la sua posizione in Piazza Cavour e i suoi coinquilini italiani: Situato direttamente sopra la Facoltà Valdese e quindi nelle immediate vicinanze del centro storico e del Vaticano. Ha circa 20 stanze, che vengono affittate agli studenti della facoltà e agli italiani che lavorano. Ci sono camere doppie, singole senza bagno e con bagno (200-400€). Tutte le camere sono completamente arredate e, su richiesta, un letto per gli ospiti può essere fornito in modo permanente.  Inoltre, asciugamani e lenzuola puliti sono forniti settimanalmente. Una spaziosa cucina di recente installazione è a disposizione dei residenti.

La biblioteca, che si trova nella casa, può essere utilizzata tutto il giorno. La vicinanza alla facoltà, ai professori e ai compagni di stanza italiani ti tiene al corrente della facoltà e della società italiana. Ci sono un certo numero di stanze comuni con un tocco italiano, specialmente la terrazza sul tetto, che è ricoperta di viti, è perfetta per le miti serate estive con un bicchiere di vino o per fare un barbecue insieme. Una vista della chiesa valdese apre un’atmosfera mediterranea. Gli ospiti devono essere registrati presso il gestore del convitto (10€ a notte).

(Testamento p. 9)

WG

[…] Si conosce molto bene il paese e la gente, si hanno contatti con la vita al di fuori della teologia, si parla molto l’italiano… Inoltre, non è affatto difficile trovare un appartamento. Ci sono molte stanze libere e di solito il primo candidato viene preso. Cinque persone della nostra classe melantonini vivono ora in appartamenti condivisi e penso che tutti loro possano dire lo stesso. Ecco alcuni consigli per la ricerca di un appartamento:

  1. Ci sono molti portali di ricerca di appartamenti, ma credo che easystanza.it sia il più comune. Qui hai la possibilità di creare un account premium per entrare in contatto con tutti i locatori.
  2. Si consiglia di organizzare le visite agli appartamenti per telefono.
  3. Un appartamento vicino a una stazione della metropolitana è molto pratico, ma non assolutamente necessario, perché si può anche andare in giro facilmente in autobus e in bicicletta.
  4. Dovresti prevedere più spese accessorie di quelle che i padroni di casa ti dicono in anticipo!
  5. Di solito non c’è un contratto e l’affitto viene pagato in contanti. Con questo in mente, buona fortuna con la tua ricerca di un appartamento e divertiti a Roma!

(Confessio Romana, p. 22)